45NRTH Wool Cap
Iscrizione Early Bird al LMD 2016
29 October 2015
BenchmarkBona15
Pianificare il Liguria Mountain Divide, parte 1: è il percorso giusto per me?
9 November 2015

SPOT obbligatorio

Spot_GPS1
Che cos’è lo Spot e perché al LMD è obbligatorio.
Lo SPOT è un sistema di tracciamento satellitare che comunica ad un intervallo definito (normalmente 5 minuti) la posizione di un atleta mappandola su internet.

Spot_GPS

https://www.findmespot.eu/it/

Lo spot è fatto da un GPS che legge la posizione e un sofisticato trasmettitore satellitare che usa una rete di satelliti specifici e quindi non si basa sulla rete telefonica.

Questo significa che chi indossa uno SPOT può essere tracciato ovunque nel mondo anche dove non esiste nessuna copertura cellulare, come per esempio in mezzo all’oceano o nelle sperdute piste sudamericane.

Siccome non usa la rete telefonica una volta pagato il canone satellitare non bisogna più preoccuparsi di nulla. Cambiando paese o emisfero nulla cambia per lo SPOT che rileva la posizione col GPS, la passa al trasmettitore satellitare racchiuso nello stesso dispositivo che la invia al satellite che comunica la posizione alla sede centrale dl servizio a Houston che la mette su internet a un indirizzo che l’atleta può rendere pubblico o anche solo comunicare agli amici e ai familiari.

Il sistema è molto sofisticato e ha tutta una serie di pulsanti incluso un pulsante speciale che si usa quando si è in pericolo di vita e che invia immediatamente la posizione alla protezione civile che interviene immediatamente se necessario anche con l’elicottero. Un altro invia un messaggio predefinito (ad esempio: “arrivato a fine tappa, tutto bene”) ad alcuni indirizzi mail o numeri telefonici come sms, queste funzioni si possono configurare dal proprio account accessibile via web.

Il dispositivo è molto robusto, impermeabile e un set di pile al litio durano mediamente una settimana con lo SPOT sempre acceso.

Il Liguria Divide è un evento impegnativo e sopratutto è un evento che ha una sola partenza e un solo arrivo senza interruzioni.
Lo SPOT serve certamente a tracciare i concorrenti in modo che i familiari e gli amici possano verificarne la posizione ma serve anche agli organizzatori per rilevare quando un concorrente è fuori traccia per un errore o è in difficoltà rilevando che lo SPOT senza motivo apparente è da troppo tempo fermo in un punto (forse gli è solo caduto).Avere un biker che sta percorrendo un tratto pietroso in un bosco a 1600 metri di quota in piena notte e sapere immediatamente la sua posizione è molto importante per la sicurezza.
Il percorso ha comunque una buona copertura telefonica ma alcuni tratti sono scoperti.
Quali promotori di questo evento abbiamo deciso che non vale assolutamente la pena di prendere rischi sulla sicurezza dei biker e di dover dipendere per la loro posizione da sistemi non omogenei o certificati.In questo modo tutti sono segnati sulla stessa mappa in rete e un biker può approfittare di una zona dove ha campo col cellulare per verificare la propria posizione e quella dei propri amici con tutte le statistiche di distanza, ore di pedalata, velocità e tempi di sosta.Il sistema quindi prima di tutto risolve una esigenza di sicurezza, poi aiuta molto nella comunicazione della propria posizione e del proprio progresso ai propri amici e parenti e aiuta a tracciare l’esatto percorso effettuato in ogni momento da ogni concorrente, inclusa la sua velocità di movimento.Lo SPOT è uno strumento formidabile che si può usare in ogni avventura anche all’esterno di eventi come il Liguria Divide e che aiuta i biker ad avere sempre un margine di sicurezza importante.

Costa circa 160 euro mentre il canone satellitare ha vari livelli ma di base ha un costo di circa 10 euro al mese, senza limiti di utilizzo.

Per il Liguria Mountain Divide lo SPOT è obbligatorio e crediamo sia una cosa importante per un evento come questo e per la tranquillità e la sicurezza di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *